PREMI INAIL: PRECISAZIONI SULLA RIDUZIONE DEI PREMI


Fonte: INAIL

Con Circolare del 4 luglio 2019, n. 21 l’Inail ha fornito chiarimenti in materia di riduzione dei premi riguardanti i settori e le gestioni per i quali il procedimento di revisione delle tariffe non è stato ancora completato.

Nel dettaglio, dal 1° gennaio 2014, su proposta dell’ Inail, è stata stabilita una riduzione percentuale dell’importo dei premi e contributi dovuti per l’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali, tenendo conto dell’andamento infortunistico aziendale, da applicarsi verso le varie tipologie di premi e contributi oggetto di riduzione.

Successivamente, con i decreti interministeriali del 27 febbraio 2019, sono state approvate le determinazioni presidenziali Inail 30 gennaio 2019, n. 43 e 4 febbraio 2019, n. 45, riguardanti rispettivamente la nuova Tariffa dei titolari di aziende artigiane, dei soci di società fra artigiani lavoratori, nonché dei familiari coadiuvanti del titolare e la nuova Tariffa del settore navigazione, cessa, per tali gestioni, l’applicazione della riduzione prevista dall’ art. 1, comma 128, della legge n. 147/2013 in quanto i nuovi tassi assorbono la riduzione finora prodotta dalla predetta normativa.

Per effetto di queste disposizioni, dunque, già dal dal 1° gennaio 2019, si è interrotta la riduzione per le gestioni citate, poiché i nuovi tassi assorbono la riduzione finora prodotta dalla predetta normativa.

Così vale anche per i premi dovuti per i lavoratori con contratto di somministrazione, in quanto gli stessi sono determinati in relazione ai tassi medi stabiliti nella nuova Tariffa dei Premi per l’attività svolta dall’impresa utilizzatrice, nella quale sono inquadrate le lavorazioni svolte dai lavoratori temporanei.

La stessa riduzione prevista dal 1° gennaio 2014 continuerà, invece, ad applicarsi anche quest’anno a quei settori/gestioni per i quali il procedimento di revisione non è stato ancora completato dalla nuova normativa.

La riduzione dei premi e contributi dovuti quindi, si applica esclusivamente ai premi speciali determinati ai sensi dell’ art. 42 del D.P.R. 30 giugno 1965, n. 1124, tra cui rientrano:

  • scuole, pescatori, frantoi, facchini nonché barrocciai/vetturini/ippotrasportatori.
  • I premi speciali per l’assicurazione contro le malattie e le lesioni causate dall’azione dei raggi X e delle sostanze radioattive,
  • i contributi assicurativi della gestione agricoltura di riscossi in forma unificata dall’Inps.

La riduzione dei premi e dei contributi per l’anno 2019, è stata fissata nella misura pari al 15,24%.

Si distinguono rispetto alla riduzione: le Attività iniziate da oltre un biennio, e cioè i soggetti con data inizio attività precedente al 3 gennaio 2017, e le Attività iniziate da NON oltre un biennio, e quindi tutti quei soggetti giuridici con attività iniziata dopo tale data.

Ai fini dell’individuazione dei soggetti destinatari della riduzione viene sempre utilizzato il criterio del confronto tra l’indice di gravità medio (IGM) e l’indice di gravità aziendale (IGA).

Infine, la riduzione, nella nuova misura del 15,24%, continuerà ad essere applicata per l’anno 2019, senza presentazione di una nuova istanza, ai soggetti che hanno già presentato domanda, per i quali è stata accettata nel corso del biennio di riferimento l’istanza OT20.

Circolare del 4 luglio 2019, n. 21

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.