NUOVO SISTEMA DI PROFILAZIONE TELEMATICA INAIL PER LE SOCIETÀ TRA PROFESSIONISTI


Fonte: Inail

Con Circolare del 6 giugno 2019, n. 15, l’Inail ha fornito chiarimenti in merito alla disciplina delle società tra professionisti, con particolare attenzione agli adeguamenti apportati al sistema di profilazione per l’accesso ai servizi telematici correlati ai rapporti assicurativi.

Ai fini del rilascio delle credenziali di accesso ai servizi online è stato predisposto un apposito modulo di richiesta riservato alle Società tra professionisti iscritte  all’Albo dei dottori commercialisti e degli esperti contabili che prevede l’indicazione dei seguenti dati:

  • generalità e codice fiscale del legale rappresentante della STP, che è il soggetto che deve presentare la domanda di abilitazione all’Inail.
  • denominazione sociale, completa dell’indicazione “società tra professionisti”;
  • Pec della società (depositata presso il registro imprese);
  • numero e data di iscrizione nella sezione speciale dell’albo tenuto presso l’ordine territoriale di appartenenza;
  • la dichiarazione che i soci della STP sono in possesso dei requisiti stabiliti dalla legge per l’esecuzione degli incarichi;
  • numero del codice ditta con cui la STP è iscritta all’Inail, posto che i soci professionisti devono in ogni caso essere assicurati (con indicazione dei relativi codici fiscali nel quadro P della polizza dipendenti) e l’obbligo è in capo alla società, in qualità di soggetto assicurante.

L’abilitazione è rilasciata al legale rappresentante, cioè:

  • alla persona fisica identificata dal codice fiscale alfanumerico e indicata nel registro imprese (visura della CCIAA) come amministratore della STP;
  • al socio amministratore che ha presentato la domanda.

Il predetto legale rappresentante deve provvedere a profilare sotto la sua responsabilità:

  • i soci professionisti in possesso dei requisiti stabiliti dalla legge per l’esecuzione degli incarichi e legittimati a effettuare adempimenti per il cliente nei confronti dell’Inail.
  • gli eventuali ausiliari (dipendenti della società), che secondo l’articolo 5 del regolamento possono agire soltanto sotto la direzione e la responsabilità dei soci professionisti.
  • se stesso in qualità di socio professionista, ove ricorra tale circostanza.

Nella console di profilazione l’operatore deve:

  • selezionare il profilo “STP Dottori commercialisti e degli esperti contabili”;
  • inserire i dati anagrafici della società tra professionisti, il numero, la data e la provincia di iscrizione alla sezione speciale.
  • L’operatore deve quindi abilitare, tramite il codice fiscale, il legale rappresentante che provvede poi ad abilitare i soci professionisti e gli ausiliari, inserendo nell’applicativo i relativi codici fiscali e gli eventuali altri dati richiesti.

Gli utenti da abilitare devono essere in possesso di credenziali dispositive. Si precisa, inoltre, che sia i soci professionisti che gli ausiliari abilitati possono agire sull’intero pacchetto di deleghe riferito alla STP.

La gestione delle deleghe così come l’autorizzazione alla numerazione unitaria del LUL, devono essere riferite alla società tra professionisti e non al singolo socio Professionista.

Uno stesso soggetto identificato dal codice fiscale può agire:

  • in qualità di socio professionista di una STP per i clienti in delega alla società;
  • e in qualità di libero professionista per i propri clienti qualora svolga attività professionale anche a titolo individuale.

Per quanto riguarda i servizi relativi al LUL:

  • in caso di richiesta di autorizzazione alla numerazione unitaria del LUL tramite la procedura telematica “Libro unico-Numerazione unitaria” da parte di un’utenza rilasciata in capo a una STP, il provvedimento di autorizzazione deve essere intestato alla STP medesima;
  • nell’ambito della medesima procedura telematica è dichiarata l’acquisizione e la cessazione dei datori di lavoro in delega alla STP. Detta dichiarazione di acquisizione o cessazione di delega è riferita alla STP e non al singolo professionista;
  • in caso di comunicazione delle deleghe alla tenuta del LUL tramite la procedura telematica “Libro unico-Delega tenuta” da parte di un’utenza rilasciata in capo a una STP, le stesse sono riferite alla STP e non al singolo professionista.

INAIL Circ. 6 giugno 2019, n. 15

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.