DOCUMENTO PORTATILE A1: DAL 1° SETTEMBRE 2019 LA PRESENTAZIONE SARÀ SOLO TELEMATICA


Fonte: INPS

Con Circolare INPS dell’11 giugno 2019, n. 86, l’istituto ha fornito nuove istruzioni operative in merito alle nuove modalità di presentazione delle richieste di rilascio del documento portatile A1 tramite un apposito canale telematico che, dal 1° settembre 2019, costituirà l’unica modalità ammessa.

Il documento portatile A1 è un certificato che viene rilasciato per attestare la legislazione di sicurezza sociale applicabile al lavoratore, nel caso in cui egli svolga un’attività lavorativa in uno o più Stati che applicano la regolamentazione comunitaria.

Nel dettaglio, la normativa comunitaria si applica agli Stati membri dell’Unione europea, agli Stati SEE (Islanda, Liechtenstein e Norvegia), e alla Svizzera, in applicazione dell’Accordo CH-UE.

La trasmissione telematica riguarda la presentazione delle richieste di rilascio del documento portatile A1 da parte dei datori di lavoro o degli intermediari previdenziali di cui all’ art. 1 della legge 11 gennaio 1979, n. 12, per le seguenti tipologie di richiesta:

  • Lavoratore marittimo
  • Lavoratore subordinato distaccato
  • Accordo in deroga per distacco lavoratore dipendente

Fino al 31 agosto 2019, tuttavia, è previsto un periodo transitorio durante il quale sarà possibile inviare le domande con:

  • funzione bidirezionale del Cassetto previdenziale;
  • PEC;
  • raccomandata A/R;
  • direttamente allo sportello Inps;
  • nuovo canale telematico.

Una volta effettuata l’autenticazione, occorrerà procedere secondo le seguenti modalità:

  • il sistema propone l’elenco dei moduli di tutte le Dichiarazioni di Responsabilità;
  • selezionando il modulo “Distacchi” verrà richiesto l’inserimento della matricola INPS del datore di lavoro;
  • all’inserimento della matricola il sistema, verificata la corrispondenza della stessa con i dati presenti negli archivi informatici dell’Istituto, propone la home page del modulo “Distacchi”;
  • nella home page del modulo telematico “Distacchi” l’utente potrà visualizzare l’elenco dei lavoratori per i quali sono state effettuate richieste della certificazione A1;
  • selezionando l’opzione “Inserimento domanda” sarà possibile procedere all’inserimento di una nuova richiesta, scegliendo tra le tipologie proposte.

Per tutte le domande approvate che si trovano nello stato “Accolta” verrà prodotta la certificazione A1 da rilasciare al lavoratore.

Sono escluse dall’invio telematico le richieste che riguardano le seguenti situazioni:

  • lavoratore autonomo distaccato;
  • lavoratore autonomo che esercita un’attività in più Stati;
  • lavoratore autonomo e subordinato che esercita un’attività in più Stati;
  • dipendente pubblico;
  • dipendente pubblico che svolge attività di lavoro subordinato e/o autonomo;
  • in più Stati;
  • lavoratore subordinato che esercita un’attività in più Stati;
  • personale di volo e di cabina;
  • lavoratore subordinato/autonomo che è assoggettato alla legislazione dello Stato in cui lavora;
  • eccezione (art. 16 Reg. (CE) n. 883/2004):
    accordo in deroga generico e accordo in deroga distacco lavoratore autonomo;

Circolare 11 giugno 2019, n. 86

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.