DIFFIDA ACCERTATIVA E CONCILIAZIONE: PRECISAZIONI DELL’ISPETTORATO NAZIONALE DEL LAVORO


Fonte: INL

Con Lettera circolare del 30 maggio 2019, n. 5066, l’Ispettorato Nazionale del Lavoro (INL) ha fornito chiarimenti in merito alle possibili interferenze tra il procedimento di emanazione e convalida della diffida accertativa per crediti patrimoniali e le procedure di conciliazione svolte presso l’ITL, la sede sindacale o nelle forme della risoluzione arbitrale.

Nel dettaglio, l’ispettorato ha ritenuto di dover intervenire per chiarire la corretta interpretazione e procedura nei casi in cui avvenga una conciliazione tra le parti sia in seguito all’emanazione della diffida accertativa ma prima della sua validazione, sia dopo la validazione della stessa.

L’INL, infatti, ricorda che:

  • l’art. 12 della legge 124/2004 stabilisce espressamente che il tentativo di conciliazione debba essere promosso dal datore di lavoro presso le sedi territoriali dello stesso INL;
  • le modalità di espletamento della conciliazione sono previste dall’art.11 della stessa legge.

Tale istituto è fondato in virtù della presenza di un accertamento ispettivo. Nel caso in cui le pretese retributive siano oggetto di un accertamento ispettivo, questo non può non avere riflessi sulla fase conciliativa. La conciliazione sulle retribuzioni non può, dunque, avere riflessi sull’imponibile contributivo che dovrà essere comunque calcolato, secondo quanto accertato dall’organo ispettivo.

Riguardo a queste situazioni, l’ispettorato specifica che non appare possibile dare rilievo ad accordi conciliativi che siano  intervenuti in forme diverse da quelle prescritte dall’art. 12, sia nel caso in cui essi intervengano sia prima della validazione della diffida accertativa sia in fase successiva.

Ne consegue che, una volta adottata e validata la diffida accertativa, eventuali motivi di doglianza da parte del datore di lavoro in ordine a conciliazioni intervenute presso altre sedi potranno essere fatte valere giudizialmente esclusivamente nella fase dell’opposizione all’esecuzione.

INL circolare 5066 – 30 maggio 2019

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.