TRASFERTE FUORI COMUNE: IL TRATTAMENTO FISCALE DEI RIMBORSI SPESE DI PARCHEGGIO


Fonte: Agenzia delle Entrate

Con Risposta n. 5/2019, l’Agenzia delle Entrate fornisce chiarimenti in merito al trattamento fiscale applicato da alcune Società, in qualità di sostituti d’imposta, ai rimborsi spese relativi ai parcheggi effettuati dai dipendenti durante le trasferte al di fuori del territorio comunale, ai sensi dell’articolo 51 comma 5 del TUIR.

Nel dettaglio, la suddetta previsione normativa sancisce il principio di onnicomprensività del reddito di lavoro dipendente, ossia la totale imponibilità di tutto ciò che il dipendente riceve “in relazione al rapporto di lavoro”.

Nel dettaglio, rientrano in tale categoria reddituale e sono assoggettabili a tassazione:

  • le indennità comunque denominate (ad es. per ferie non godute, indennità sostitutive di trasporto);
  • ivi comprese quelle di trasferta;
  • i rimborsi spese.

Tuttavia, vi è da segnalare una deroga espressa al principio di onnicomprensività, in sede di disciplina del trattamento fiscale delle indennità di trasferta erogate al lavoratore dipendente per la prestazione dell’attività lavorativa fuori dalla sede di lavoro e dei rimborsi di spese sostenute in occasione di dette trasferte.

Il trattamento fiscale di dette somme, infatti, è differenziato a seconda che l’attività sia svolta o meno nell’ambito del territorio del comune in cui è stabilita la sede di lavoro.

In questo secondo caso, oggetto del presente quesito, il TUIR prevede tre sistemi tra loro alternativi di rimborso delle spese sostenute dal dipendente:

  • il sistema forfettario che stabilisce l’erogazione di un’indennità giornaliera al dipendente, determinata in via forfetaria, diretta a rimborsare le spese sostenute nel corso della trasferta. Detta indennità è esclusa dall’imponibile fino all’importo di 46,48 euro al giorno, elevate a euro 77,47 per le trasferte all’estero;
  • il sistema analitico: i rimborsi analitici delle spese di viaggio (anche sotto forma di indennità chilometrica) e trasporto non concorrono a formare il reddito quando le spese siano rimborsate sulla base di idonea documentazione;
  • il sistema misto che prevede limiti di esenzione dell’indennità di trasferta ridotti rispetto al rimborso forfettario ed all’esenzione delle spese di viaggio e trasporto.

Il sistema analitico o a “piè di lista”, in particolare, prevede l’esenzione da imposizione del rimborso analitico delle spese di vitto, alloggio, viaggio e trasporto (anche sotto forma di indennità chilometrica) oltre all’esclusione dalla formazione del reddito di lavoro dipendente dei rimborsi di altre spese, anche non documentabili, eventualmente sostenute dal dipendente, sempre in occasione di dette trasferte o missioni, fino all’importo massimo giornaliero di 15,49 euro, elevati a 25,82 euro per le trasferte all’estero.

Alla luce della normativa richiamata, dunque, l’Istituto afferma che il rimborso al dipendente delle spese di parcheggio, configurandosi quale rimborso di spese diverse da quelle di viaggio, trasporto, vitto ed alloggio:

  • è assoggettabile interamente a tassazione laddove il datore di lavoro abbia adottato i sistemi del rimborso forfettario e misto;
  • rientra tra le “altre spese” (ulteriori rispetto a quelle di viaggio, trasporto, vitto e alloggio) escluse dalla formazione del reddito di lavoro dipendente fino all’importo massimo di euro 15,49 giornalieri (25,82 per le trasferte all’estero) nei casi di rimborso analitico.

Risposta dell’Agenzia delle Entrate n. 5/2019

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.