MANOVRA 2019: LE MAGGIORAZIONI SULLE SANZIONI PER IL MONDO DEL LAVORO


Fonte: Ispettorato Nazionale del Lavoro

Con Circolare del 14 Gennaio 2019, n. 2, l’Ispettorato Nazionale del Lavoro fornisce chiarimenti in relazione alla maggiorazione degli importi sanzionatori relativi alle sanzioni che incidono sulla tutela degli interessi e della dignità dei lavoratori, così come previsto dal comma 445 dell’articolo 1 della Legge n. 145/2018, cd. Manovra 2019.

Nel dettaglio, la lettera b) del suddetto comma stabilisce l’aumento del 20% degli importi ex:

  • 3 del D.L. n. 12/2002 (conv. da L. n. 73/2002), che disciplina la c.d. maxisanzione per lavoro nero;
  • 18 del D.L. n. 276/2003, che punisce sostanzialmente le condotte interpositorie;
  • 12 del D.Lgs. n. 136/2016, che punisce le violazioni degli obblighi amministrativi connessi alle procedure di distacco transnazionale;
  • dai commi 3 e 4 dell’art. 18-bis, del D.Lgs. n. 66/2003, che puniscono la violazioni degli obblighi in materia di durata massima dell’orario di lavoro, riposo settimanale, ferie e riposo giornaliero;

Diversamente, è definito un aumento pari al 10% degli importi dovuti per la violazione delle disposizioni di cui al D.Lgs. n. 81/2008.

Le anzidette maggiorazioni:

  • sono raddoppiate laddove, nei tre anni precedenti, il datore di lavoro sia stato destinatario di sanzioni amministrative o penali per i medesimi illeciti;
  • in forza del noto principio del tempus regit actum, trovano applicazione in relazione a condotte che si realizzano a partire dal 2019, dovendosi in proposito tener presente che la collocazione temporale di condotte a carattere permanente va individuata nel momento in cui cessa la condotta stessa.

A tal proposito, viene sottolineato che le previgenti disposizioni dell’art. 14 del D.L. n. 145/2013 (conv. in L. n. 9/2014) e successive modifiche si pongono in sistema con quelle di nuova introduzione qui in esame nel senso che:

  • gli importi sanzionatori indicati dalla legge di bilancio sono da intendersi sin da subito aumentati e applicabili in relazione a condotte temporalmente riferibili al 2019;
  • le maggiorazioni indicate dalla legge di bilancio saranno destinate al finanziamento del Fondo risorse decentrate dell’Ispettorato stesso;
  • resta ferma la destinazione alle finalità indicate nel D.L. n. 145/2013 di un ulteriore 30% degli importi sanzionatori rimodulati dalla legge di bilancio.

Circolare INL n. 2/2019

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.