DAL 1° NOVEMBRE 2018 DISPOSTE MODIFICHE ALLA PROCEDURA DI RICHIESTA CIG


Fonte: Inps

Con Circolare del 28 settembre 2018, n. 3566, l’Inps fornisce le istruzioni operative utili all’accesso alle nuove funzione di simulazione per aziende ai fini del controllo dei limiti temporali di utilizzo di CIGO E CIGS, oltre ad illustrare le modifiche apportate alla procedura di richiesta CIGO.

In primo luogo, l’Istituto informa che a far data dal 1° novembre 2018 sarà messo a disposizione delle aziende e consulenti un nuovo servizio di simulazione del calcolo delle 52 settimane nel biennio mobile per la CIGO (art. 12 del D.Lgs. n. 148/15) e del limite generale di 24 mesi (30 mesi per le imprese del settore edile e lapideo) nel quinquennio mobile.

Nel dettaglio, inserendo:

  • il numero di matricola;
  • l’identificativo dell’unità produttiva;
  • la data iniziale di un eventuale periodo da richiedere;
  • il relativo numero di settimane,

il predetto servizio fornirà l’indicazione della capienza o meno di tali settimane entro i limiti di legge, in base ai dati presenti negli archivi informatici dell’autorizzato alla data dell’interrogazione.

In secondo luogo, sempre a decorrere dal 1° novembre 2018, limitatamente alle domande CIGO, viene disposta l’eliminazione del file CSV , come già preannunciato con il messaggio n. 2276/17.

Le informazioni contenute nel predetto file, infatti, utili anche ai fini della verifica del rispetto del limite di cui all’articolo 12, comma 5, del D.Lgs. n. 148/15 (1/3 delle ore lavorabili nel biennio mobile), verranno infatti reperite dai dati forniti con i flussi Uniemens dei 6 mesi precedenti la data di inizio del periodo di CIGO richiesto.

Parallelamente all’eliminazione del file CSV, tuttavia, sarà obbligatorio indicare con la domanda i nominativi dei lavoratori beneficiari, ai sensi dell’articolo 15, comma 1, del D.Lgs. n. 148/15.

A tal fine è stata predisposta in procedura la possibilità di allegare l’elenco dei beneficiari sia in formato XML che CSV in base ai nuovi tracciati forniti in allegato.

Si segnala, infine, che per consentire alle aziende l’adeguamento del proprio software, nei primi sei mesi dalla suddetta data di entrata in vigore dell’obbligo di invio della lista dei beneficiari sarà possibile per le aziende stesse importare i codici fiscali dei beneficiari direttamente dal file CSV conforme all’allegato 3 alla circolare n. 197/15.

Circolare Inps del 28 settembre 2018, n. 3566

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.