I CHIARIMENTI INPS SULL’APE SOCIALE E LA PENSIONE ANTICIPATA


Fonte: Inps

Con Messaggio del 4 aprile 2018, n. 1481, l’Inps fornisce chiarimenti operativi in merito alle condizioni per l’accesso ai benefici dell’APE sociale e della pensione anticipata a favore dei lavoratori c.d. precoci, di cui all’articolo 1, commi da 179 a 186 e da 199 a 205, della legge n. 232 del 2016 (Legge di Bilancio 2017).

Nel dettaglio, con specifico riferimento ai lavoratori c.d. gravosi di cui all’ articolo 1, commi 179 e 199, lettera d), della predetta legge, viene sottolineato che il riconoscimento all’APE sociale e alla pensione anticipata è subordinato all’accertamento che l’interessato abbia svolto per almeno 7 o 6 anni attività lavorativa c.d. “gravosa”, alternativamente:

  • nel periodo compreso rispettivamente nei 10 o 7 anni precedenti la data di perfezionamento dei requisiti anagrafico e/o contributivo;
  • la successiva data di presentazione della domanda di “certificazione”, in caso di svolgimento di attività lavorativa alla stessa data;
  • la successiva data di versamento/accredito dell’ultima contribuzione, in caso di avvenuta cessazione dell’attività lavorativa.

Diversamente, per i soggetti con invalidità almeno pari al 74% e per coloro che assistono e convivono con persone affette da handicap grave l’APE sociale e il pensionamento anticipato dei lavoratori c.d. precoci non possono essere riconosciuti nei confronti dei soggetti che non posseggano, alla data di decorrenza effettiva dell’APE sociale o della pensione anticipata per i lavoratori c.d. precoci, lo status di invalido pari o superiore al 74% o si sia verificato il decesso dell’assistito.

Sul punto, in merito ai soggetti che hanno perfezionato i requisiti e le condizioni nell’anno 2017:

  • per i quali la decorrenza effettiva del trattamento è retrodatata al primo giorno del mese successivo alla maturazione di tutti i requisiti e le condizioni;
  • e, comunque, non anteriormente al 1° maggio 2017;

lo stato di invalidità almeno pari al 74% e l’esistenza in vita dell’assistito devono sussistere alla data di presentazione della domanda di accesso al beneficio.

Per quanto attiene, invece, ai termini di presentazione della domanda, l’Istituto precisa che le domande di riconoscimento delle condizioni per l’accesso ai benefici dell’APE sociale e della pensione anticipata per i lavoratori c.d. precoci, devono essere presentate in modalità telematica.

Per le domande di riconoscimento delle condizioni per l’accesso al pensionamento anticipato dei lavoratori c.d. “precoci”, in relazione allo svolgimento di attività gravose, già presentate entro il 1 marzo 2018, è consentita l’integrazione della documentazione con il nuovo modello AP116, entro il 13 aprile 2018, senza modifica del numero di protocollo/data/ora di ricezione rilasciato al momento dell’invio.

Messaggio Inps del 4 aprile 2018, n. 1481

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.