CONTRIBUTO PER L’ACQUISTO DI SERVIZI DI BABY-SITTING: LE ISTRUZIONI INPS PER L’EROGAZIONE


Fonte: Inps

Con Messaggio del 30 Marzo 2018, n. 1428 l’Inps fornisce chiarimenti sulle modalità di erogazione del contributo per i servizi di baby-sitting e per i servizi all’infanzia, introdotto, dall’articolo 4, comma 24, lett. b), della legge 28 giugno 2012, n. 92, in via sperimentale, per il triennio 2013 – 2015, e, successivamente prorogato per il biennio 2017–2018 dall’articolo 1, commi 356 e 357, della legge 11 dicembre 2016, n. 232 (c.d. legge di bilancio 2017).

Nel dettaglio, il beneficio consente alla lavoratrice madre di richiedere, al termine del congedo di maternità ed entro gli undici mesi successivi, in alternativa al congedo parentale, la corresponsione di voucher per l’acquisto di servizi di baby-sitting ovvero un contributo per fare fronte agli oneri della rete pubblica dei servizi per l’infanzia o dei servizi privati accreditati, per un massimo di sei mesi.

Con il decreto-legge n. 25/2017, convertito dalla legge 20 aprile 2017, n. 49, tuttavia, è stata disposta l’abrogazione delle disposizioni in materia di lavoro accessorio con conseguente possibilità di utilizzare i buoni (voucher) per prestazioni di lavoro accessorio fino al 31 dicembre 2017.

In conseguenza della menzionata disposizione, l’articolo 54-bis del decreto-legge n. 50/2017, convertito dalla legge n. 96/2017, ha previsto che il contributo di cui all’articolo 4, comma 24, lett. b), della legge 28 giugno 2012, n. 92, per l’acquisto di servizi di baby-sitting, sia erogato mediante la modalità del “Libretto Famiglia”.

Ne deriva che, a partire dall’anno 2018, il voucher per l’acquisto di servizi di baby-sitting viene rinominato “Contributo per l’acquisto di servizi di baby-sitting” e viene erogato secondo le modalità previste per il “Libretto Famiglia”, mentre i voucher già acquisiti telematicamente entro il 31 dicembre 2017 continueranno ad avere validità fino al 31 dicembre 2018.

Ciò significa che, relativamente ai voucher già oggetto di acquisizione telematica entro la data del 31 dicembre 2017, sarà possibile inserire prestazioni lavorative esclusivamente con data fine, al massimo, 31 dicembre 2018.

Messaggio Inps del 30 Marzo 2018, n. 1428

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.