GLI EFFETTI SUL DURC DELLA NUOVA DEFINIZIONE AGEVOLATA DEI CREDITI TRIBUTARI


Fonte: Inps

Con Messaggio del 12 gennaio 2018, n.142, l’Inps fornisce chiarimenti in merito alle novità introdotte dall’articolo 1 del Decreto Legge 16 ottobre 2017, n. 148, convertito con modificazioni dalla legge 4 dicembre 2017, n. 172, rubricato “Estensione della definizione agevolata dei carichi”, in riferimento alla possibilità di accesso alla definizione agevolata delle cartelle di pagamento e degli avvisi di addebito, già disciplinata dall’articolo 6 del decreto legge 22 ottobre 2016, n. 193, convertito, con modificazioni, dalla legge 1 dicembre 2016, n. 225.

Nel dettaglio, l’Istituto fornisce le modalità operative per la gestione degli adempimenti afferenti al nuovo quadro normativo che prevede per i contribuenti la possibilità di:

  1. pagare le rate in scadenza a luglio, settembre e novembre 2017, come stabilite dall’articolo 6, comma 3, lettera a), del decreto legge n. 193/2016, entro il 7 dicembre 2017, senza decadere dai benefici della stessa definizione (art. 1, comma 1);
  2. accedere ai benefici della definizione agevolata per i carichi affidati all’Agente della Riscossione dal 2000 al 2016 che non siano già stati oggetto di dichiarazioni rese ai sensi dell’articolo 6, comma 2, del citato decreto legge n. 193/2016 (art. 1, comma 4, lett. a), n.1);
  3. accedere alla definizione agevolata per i carichi compresi in piani di dilazione in essere alla data del 24 ottobre 2016, non ammessi alla precedente definizione perché non in regola con i pagamenti al 31 dicembre 2016 (art. 1, comma 4, lett. a), n. 2);
  4. di accedere ai benefici della definizione agevolata per i carichi affidati all’Agente della Riscossione dal 1° gennaio 2017 al 30 settembre 2017 (art. 1, comma 4, lett. b).

Successivamente, l’intervento si sofferma sui riflessi della normativa sulla verifica della regolarità contributiva, affermando, a norma articolo 54, comma 1, del decreto legge 24 aprile 2017, n. 50, convertito dalla legge 21 giugno 2017, n. 96, con riferimento all’articolo 6 del decreto legge n. 193/2016:

  • la possibilità di ottenere, rispetto ai carichi contenuti nelle cartelle di pagamento/avvisi di addebito oggetto di definizione agevolata dei crediti contributivi, un esito di regolarità nel periodo intercorrente tra la data di presentazione della dichiarazione di adesione e quella di scadenza della prima o unica rata, ferma restando la sussistenza di tutti gli altri requisiti previsti dall’articolo 3 del D.M. 30 gennaio 2015, emanato in attuazione dell’articolo 4 del decreto legge 20 marzo 2014, n. 34;
  • che al mancato perfezionamento della definizione agevolata, in caso di mancato ovvero di insufficiente o tardivo versamento dell’unica rata ovvero di una rata di quelle in cui è stato dilazionato il pagamento delle somme dovute, consegua l’annullamento (art. 54, comma 2) di tutti i Documenti di regolarità rilasciati in virtù del citato comma 1 a partire dal 24 aprile 2017, data di entrata in vigore del decreto legge n. 50/2017.

Sul punto, il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, con nota del 09.01.2018, prot. 0000090, ha chiarito che, secondo la più condivisibile interpretazione sistematica delle disposizioni già adottate, il complessivo meccanismo conseguente alla “definizione agevolata” prevista dalla disposizione del 2016 si applichi a tutti i casi di definizione, compresi quelli previsti dalle norme estensive contenute nel decreto-legge n. 148 del 2017.

Pertanto, anche relativamente alle recente definizione agevolata, appare applicabile la regola che consente il rilascio del D.U.R.C. sin dal momento della presentazione della domanda, secondo le disposizioni previste nelle norme indicate.

Messaggio Inps del 12 gennaio 2018, n.142

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...