COMPENSAZIONI IN F24: PREVISTI NUOVI BLOCCHI DALLA FINANZIARIA 2018


Fonte: Manovra 2018

Con la previsione del comma 990, dell’articolo 1 della Legge 27 dicembre 2017, n. 205, recante “Bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2018 e bilancio pluriennale per il triennio 2018-2020”, la Manovra 2018 dispone, a decorrere dal 1° gennaio 2018, un ulteriore rischio di bocco sugli F24 presentati con compensazioni di crediti e debiti, modificando l’articolo 37, del Decreto Legge n. 223/2006, mediante l’introduzione del comma 49-ter.

Nel dettaglio, si prevede che l’Agenzia delle entrate possa sospendere, fino a trenta giorni, l’esecuzione delle deleghe di pagamento contenenti compensazioni che presentano profili di rischio, al fine del controllo dell’utilizzo del credito.

Qualora all’esito del controllo il credito risulti correttamente utilizzato, ovvero decorsi trenta giorni dalla data di presentazione della delega di pagamento, la delega è eseguita e le compensazioni e i versamenti in essa  contenuti sono considerati effettuati alla data stessa della loro effettuazione. Diversamente, la delega di pagamento non è eseguita e i versamenti e le compensazioni si considerano non effettuati.

In quest’ultima situazione, infatti, la struttura di gestione dei versamenti unificati non  contabilizzerà i versamenti e le compensazioni indicate nella delega di pagamento e non effettua le relative regolazioni contabili.

Ne deriva che, sembrerebbe potersi affermare che trascorsi in ogni caso i 30 giorni dall’invio del modello la delega verrà sbloccata e, pertanto, il versamento sarà considerato come effettuato alla data originaria prevista nel modello stesso.

Occorre, tuttavia, precisare che la norma rimette ad un successivo provvedimento del direttore dell’Agenzia delle Entrate la definizione dei criteri e delle modalità di attuazione del presente comma, che dovranno chiarire, in particolare, le fattispecie interessate dalla nuova procedura dei controlli preventivi, l’esatto significato della locuzione “profili di rischio” e, infine, le procedure con cui il contribuente sarà avvisato dell’avvio di tali verifiche sul modello F24 presentato in compensazione e del successivo esito delle stesse.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.