FONDO DI SOLIDARIETÀ: SANCITO L’ACCORDO PER IL SETTORE DELLE ATTIVITÀ PROFESSIONALI


Fonte: Confprofessioni

Con Accordo del 3 ottobre 2017, Confprofessioni ha sancito, d’intesa con le organizzazioni sindacali di settore, l’accordo per l’istituzione del Fondo di Solidarietà a favore e a tutela dei lavoratori occupati nel settore delle attività professionali, alla luce del disposto dell’articolo 26, comma 1,  del Decreto Legislativo 14 Settembre 2015, n. 148.

Il Fondo, per la cui piena operatività si dovrà attendere il riconoscimento da parte del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, sarà rivolto ai dipendenti del settore delle attività professionali, che occupano mediamente più di 3 dipendenti, coinvolti in piani di riduzione o sospensione dell’attività lavorativa per le causali Cigo e Cigs, in possesso di un’anzianità di lavoro effettivo presso l’unità produttiva per la quale è richiesta la prestazione di almeno novanta giorni alla data della domanda di concessione del trattamento.

Nello specifico, le prestazioni garantite, a cui dovranno contribuire i datori di lavoro, nelle percentuali indicate dall’Accordo stesso, si sostanzieranno in due diverse forme:

  • assegno ordinario, a favore dei lavoratori interessati da riduzione dell’orario di lavoro o da sospensione temporanea dell’attività lavorativa, secondo criteri e misure di cui all’art. 7 dell’Accordo, per cause previste dalla legislazione vigente in materia di integrazione salariale ordinaria o straordinaria;
  • assegno straordinario, per il sostegno al reddito riconosciuto nel quadro dei processi di agevolazione all’esodo, a lavoratori che raggiungano i requisiti previsti per il pensionamento di vecchiaia o anticipato nei successivi tre-cinque anni.

Si sottolinea, inoltre, che le riduzioni o le sospensioni temporanee dell’attività lavorativa potranno avere una durata massima di 12 mesi in un biennio mobile, secondo le seguenti specificazioni:

  • per i datori di lavoro che impiegano mediamente più di 15 dipendenti è previsto un ulteriore intervento per un periodo massimo di 26 settimane in un biennio mobile;
  • per ciascuna unità produttiva, i trattamenti non possono comunque superare la durata massima complessiva di 24 mesi in un quinquennio mobile.

Accordo di Confprofessioni del 3 ottobre 2017

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...