CONCILIAZIONE VITA-LAVORO: SGRAVI PER DATORI CHE INTRODUCONO MISURE MIGLIORATIVE


Fonte: Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali

Con un Decreto recentemente firmato, e in attesa di registrazione da parte della Corte dei Conti, il Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, di concerto con il Ministro dell’Economia e delle Finanze, dà attuazione alla previsione dell’articolo 25 del Decreto Legislativo 15 giugno 2015, n. 80, recante “Misure per la conciliazione delle esigenze di cura, di vita e di lavoro, in attuazione dell’articolo 1, commi 8 e 9, della legge 10 dicembre 2014, n. 183”, riconoscendo sgravi contributivi ai datori di lavoro privati che abbiano previsto, nei contratti collettivi aziendali, istituti di conciliazione tra vita professionale e vita privata dei lavoratori.

L’intervento, oltre ad individuare i criteri di accesso al beneficio, prevede che, per il biennio 2017 – 2018, siano destinati complessivamente circa 110 milioni di euro, a favore di quei datori di lavoro che abbiano sottoscritto e depositato contratti collettivi aziendali che introducano misure di conciliazione tra vita professionale e vita privata innovative e migliorative rispetto a quanto già previsto dai contratti collettivi nazionali di riferimento o dalle disposizioni vigenti.

Lo sgravio, così come definito, sarà riconosciuto solamente nei confronti di quei contratti sottoscritti e depositati dal 1° gennaio 2017 al 31 agosto 2018, secondo i limiti e le modalità imposte dal decreto stesso.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...