CASSAZIONE: RIBADITO IL SISTEMA DELLA DOPPIA CONTRIBUZIONE PER GLI AMMINISTRATORI DI S.R.L.


Fonte: Corte di Cassazione

La Suprema Corte di Cassazione, con la Sentenza del 28 luglio 2017, n. 18919, ribadisce il principio della doppia iscrizione – e non l’unificazione della contribuzione sulla base dell’attività prevalente – nel caso di socio di una società a responsabilità limitata, che svolge per la società stessa attività di lavoro autonomo, in qualità collaboratore coordinato e continuativo, e risulta iscritto presso la Gestione Separata per i compensi di lavoro autonomo e presso la Gestione Commercianti per il reddito d’impresa.
Ai fini dell’affermazione dell’obbligo della doppia iscrizione è necessario che la prestazione del socio abbia caratteri di partecipazione all’attività dell’impresa (attività in cui si estrinseca l’oggetto dell’impresa), di abitualità e di preponderanza rispetto agli altri fattori produttivi.

L’attenzione si concentra su alcuni indici cui – pur nell’ambito di una valutazione di merito, giudiziale – far riferimento, in ordine al doppio binario di contribuzione quali “[…] l’ingerenza dell’amministratore nel ciclo produttivo, […] l’esistenza o meno di dipendenti e/o collaboratori, la loro qualifica e le loro mansioni.”

Sentenza del 28 luglio 2017, n. 18919

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...