PROROGA DEGLI INCENTIVI PER L’ASSUNZIONE DI APPRENDISTI: LE ISTRUZIONI INPS


Fonte: Inps

Con il Messaggio del 16 giugno 2017, n. 2499, l’Inps fornisce le istruzioni operative utili alla fruizione degli incentivi per l’assunzione di apprendisti in contratto di apprendistato per la qualifica ed il diploma professionale, il diploma di istruzione secondaria superiore e il certificato di specializzazione tecnica superiore, così come prorogati fino al 31 dicembre 2017 dall’art. 1, comma 240, lettera b), della Legge 11 dicembre 2016, n. 232.

Tali incentivi consistono in:

  • non applicazione del contributo di licenziamento, previsto dall’art. 2, commi 31 e 32, della legge 28 giugno 2012, n. 92;
  • l’applicazione dell’aliquota contributiva del 10% della retribuzione imponibile ai fini previdenziali, prevista dall’art. 1, comma 773, della legge n. 296/2006, è ridotta alla misura del 5%;
  • riconoscimento dello sgravio totale dell’aliquota di finanziamento della Nuova Assicurazione Sociale per l’Impiego (NASpI), fissata, dall’art. 2, comma 36, della legge n. 92/2012, nella misura dell’1,31% della retribuzione imponibile ai fini previdenziali;
  • riconoscimento dello sgravio dell’aliquota di finanziamento dei fondi interprofessionali per la formazione continua, prevista dall’art. 25 della legge n. 845/1978 e pari allo 0,30% della medesima retribuzione imponibile.

Al fine di garantire la corretta gestione del regime contributivo agevolato ex art. 32 del D. Lgs. n. 150/2015, previsto per tali apprendisti, vengono istituiti, nell’asseto del sistema UniEmens, nell’ambito dell’elemento “TipoContribuzione”, i nuovi codici:

  • J9: Apprendista a cui si applica il regime contributivo ex art. 32, comma 1, lettera b) e c) del D. Lgs. n. 150/2015 (aliquota del 5% a carico del datore di lavoro e del 5,84% carico del lavoratore);
  • K9: Apprendista occupato in sotterraneo iscritto al Fondo minatori a cui si applica il regime contributivo ex art. 32 comma 1, lettere b) e c) del D. Lgs. n. 150/2015 (aliquota del 5% a carico del datore di lavoro e del 5,84% a carico del lavoratore).

A causa della mancata applicazione del contributo di licenziamento, la voce “TipoCessazione” andrà, invece, completata con la nuova causale:

  • 1R: Licenziamento con esonero dal versamento del contributo ex art. 2, comma 31 e 32 legge n. 92/2012, ai sensi dell’art. 32 comma, 1 lettera a) del D.Lgs n.150/2015

Il Messaggio, inoltre, specifica che, a partire da luglio 2017, i datori di lavoro saranno obbligati ad inviare i flussi UniEmens riferiti ai lavoratori in questione utilizzando le predette codifiche. La variazione dei precedenti flussi UniEmens, per i rapporti attivati a far data dal 24 settembre 2015, in costanza dei benefici ex art. 32, comma 1, D. Lgs. n. 150/2015, sarà effettuata direttamente dall’Istituto.

Infine, l’Inps sottolinea che per le assunzioni in apprendistato di primo livello intervenute entro il 25 settembre 2015 si continuano ad applicare le modalità già in uso.

Messaggio Inps del 16 giugno 2017, n. 2449

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.