“MANOVRINA”: APPROVATE LE NOVITA’ PER IL LAVORO


Fonte: Senato della Repubblica

Il Disegno di Legge n. 2853, recante Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 24 aprile 2017, n. 50, recante disposizioni urgenti in materia finanziaria, iniziative a favore degli enti territoriali, ulteriori interventi per le zone colpite da eventi sismici e misure per lo sviluppo”, è stato definitivamente approvato, da parte del Senato, nella seduta di ieri, giovedì 15 giugno, nel testo identico a quello licenziato dalla Camera.

Tra gli interventi che maggiormente interessano il mondo del lavoro e che istituiscono modifiche alla normativa vigente, si segnalano quelli in tema di Anticipazione Pensionistica (APE), Documento di Regolarità Contributiva (Durc), Premi di Produttività, oltre alla regolamentazione delle prestazioni di lavoro, definite “occasionali”, dopo l’abolizione del lavoro accessorio (voucher).

Nel dettaglio, l’art. 53 elenca le categorie e i requisiti che consentono l’accesso all’anticipazione pensionistica.

Per quanto attiene al rilascio del Durc, invece, l’art.54 stabilisce che segua alla presentazione da parte del debitore della dichiarazione di volersene avvalere effettuata nei termini di presentazione previsti. Tuttavia, in caso di mancato ovvero di insufficiente o tardivo versamento dell’unica rata ovvero di una rata di quelle in cui è stato dilazionato il pagamento delle somme dovute ai fini della predetta definizione agevolata, tutti i Documenti rilasciati in attuazione di quanto sopra previsto sono annullati dagli Enti preposti alla verifica.

Inoltre, a seguito della modifica alla Manovra 2017 da parte della Commissione Bilancio della Camera, è introdotto l’art. 54-bis, regolante le prestazioni di lavoro definite “occasionali”. Alle prestazioni di cui al presente articolo possono fare ricorso le persone fisiche, non nell’esercizio dell’attività professionale o d’impresa, ovvero, mediante il Libretto Famiglia, gli altri utilizzatori per l’acquisizione di prestazioni di lavoro mediante il contratto di prestazione occasionale.

Infine, l’art. 55 disciplina i premi di produttivà erogate in esecuzione dei contratti di secondo livello sottoscritti successivamente alla data di entrata in vigore del presente decreto.In particolare, per le aziende che coinvolgono pariteticamente i lavoratori nell’organizzazione del lavoro su una quota delle erogazioni previste (pari a 3.000 euro) non superiore a 800 euro:

  • è ridotta del 20% l’aliquota contributiva a carico del datore di lavoro per il regime relativo all’invalidità, la vecchiaia ed i superstiti;
  • non è dovuta alcuna contribuzione a carico del lavoratore;
  • è corrispondentemente ridotta l’aliquota contributiva di computo ai fini pensionistici.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.