UNITA’ PRODUTTIVE E ORGANIZZATIVE: NUOVE INDICAZIONI DALL’INPS


Fonte: Inps

Con il Messaggio del 31 marzo 2017, n. 1444 l’Inps ritorna nuovamente sulla problematicità del censimento, ad opera delle aziende e degli intermediari incaricati, delle Unità produttive e organizzative da effettuare on line.

Il nuovo adempimento scaturisce dalle previsioni normative dettate dal D.Lgs 148/2015 secondo il quale gli ammortizzatori sociali in costanza di rapporto di lavoro (es: Cigo, Cigs, Cigd e Fis) devono essere attivati e concessi in capo ad ogni unità produttiva.

La problematicità della “mappatura” delle Unità produttive e/o organizzative sorge a seguito della difficile interpretazione delle disposizioni emanate dall’Inps in particolare con le Circolari 139/2016, 9/2017 e 56/2017 spesso tra loro non conformi e discordanti.

Ora con il messaggio qui citato l’Istituto chiarisce, in ritardo rispetto a quanto già effettuato da molte aziende e studi, che relativamente alle aziende con sede legale e produttiva-organizzativa coincidente, “l’operazione di codifica della sede di lavoro principale viene effettuata in modalità automatizzata direttamente dalla predetta procedura, per cui l’ubicazione della sede principale (codice 0) costituisce al contempo Unità operativa e Unità produttiva.

Il censimento delle eventuali sedi di lavoro diverse da quella principale va invece effettuato a cura dell’azienda avvalendosi delle funzionalità della procedura medesima, che, con un sistema di numerazione progressiva, censisce ognuna delle predette sedi di lavoro diversa dalla principale (coincidente o meno con la sede legale) sulla base di valori crescenti a partire da “1”.

Una volta operato il censimento della nuova sede di lavoro – che, per quanto sopra detto, costituisce sempre Unità operativa – la procedura consente di autocertificare se la sede medesima abbia i requisiti per la registrazione anche come Unità produttiva.

Al riguardo, l’Istituto sta realizzando sviluppi della Procedura di iscrizione e variazione azienda, allo scopo di attribuire con modalità automatizzate il codice identificativo dell’Unità operativa ad ogni sede di lavoro diversa da quella principale. In tal modo, una volta immatricolata la nuova sede di lavoro, che costituisce sempre Unità operativa, l’azienda dovrà solo valutare la sussistenza dei presupposti per l’iscrizione della stessa anche come Unità produttiva e, nel caso, selezionare l’apposito campo, procedendo infine al rilascio telematico della relativa autocertificazione.”

L’Inps riporta poi alcune esemplificazioni di mappatura:

1.   Azienda con unica sede di lavoro:

–          lavoratore operante presso la sede principale aziendale: <UnitaOperativa> = 0 – <UnitaProduttiva> = 0;

2.  Azienda con sede principale di lavoro + una unità produttiva (1) che costituisce al contempo Unità operativa (1):

–          lavoratore operante presso la sede principale aziendale: <UnitaOperativa> = 0 – <UnitaProduttiva> = 0;

–          lavoratore operante presso l’unità operativa/produttiva: <UnitaOperativa> = 1 – <UnitaProduttiva> = 1.

3.  Azienda con sede principale di lavoro + una unità operativa (1) che non costituisce Unità produttiva:

–          lavoratore operante presso la sede principale aziendale: <UnitaOperativa> = 0 – <UnitaProduttiva> = 0;

–          lavoratore operante presso l’unità operativa: <UnitaOperativa> = 1 – <UnitaProduttiva> = 0

Purtroppo l’Inps non è a conoscenza che spesso questi adempimenti comportano conseguentemente e necessariamente, non solo comunicazioni verso l’Istituto stesso, ma anche modifiche ai programmi software e loro aggiornamento da parte degli operatori. E tali adeguamenti devono essere effettuati, il più delle volte, prima della elaborazione del cedolino al fine di coordinare correttamente tutte le procedure ed i flussi (quest’ultimi spesso sono l’estrazione di un lavoro già preparato accuratamente prima).

In attesa, pertanto, di nuovi chiarimenti e applicazioni operative gli addetti del settore si trovano ancora una volta a dover gestire adempimenti in tempi strettissimi e spesso con chiarimenti e notizie contrastanti.

Messaggio Inps del 31 marzo 2017, n. 1444

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.