ASSUNZIONE DISABILI IN SOMMINISTRAZIONE: I CHIARIMENTI DEL MINISTERO DEL LAVORO.


DisabiliFonte: Ministero del Lavoro

Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali – con Interpello del 30 dicembre 2016, n. 23 , promosso da Assolavoro, in merito alla corretta interpretazione dell’art. 13, legge n. 68/1999, recante la disciplina degli incentivi economici per l’inserimento lavorativo delle persone con disabilità – ha chiarito che in caso di assunzione di un lavoratore disabile in somministrazione, ferma restando la presenza dei requisiti previsti dalla normativa per la fruibilità degli incentivi, la condizione dell’incremento occupazionale netto sulla media dei lavoratori occupati nei dodici mesi precedenti va riferita all’impresa utilizzatrice.

In merito, poi, al requisito della riduzione della capacità lavorativa, l’art. 34, comma 3, D.Lgs. n. 81/2015 chiarisce che il lavoratore somministrato disabile va computato nell’organico dell’utilizzatore ai fini della copertura della quota d’obbligo ex art. 3, legge n. 68/1999, nella misura in cui l’impiego nella  medesima azienda utilizzatrice non risulti inferiore a dodici mesi. Pertanto, laddove l’Agenzia del lavoro invii in missione (somministrazione) per almeno 12 mesi un dipendente che presenti condizioni di disabilità ex art. 1, comma 1, legge n. 68/1999, lo stesso viene computato.

MLPS Interpello del 30 dicembre 2016, n. 23

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...