CIGS E CONTRATTO DI SOLIDARIETA’ ESPANSIVA: INDICAZIONI OPERATIVE DEL MLPS.


FONDI SOLIDARIETA'Fonte: Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali

Con la Circolare del 21 ottobre 2016, n. 31, il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali – Direzione Generale degli Ammortizzatori Sociali e I.O. – fornisce le prime indicazioni operative in materia di contratti di solidarietà espansiva, così come introdotti ai sensi dell’art. 41 del Decreto legislativo del 14 settembre 2015, n. 148 e modificati dall’art.2, comma 1, letta c) del Decreto legislativo del 24 settembre 2016, n. 185.

Il Decreto legislativo del 24 settembre 2016, n. 185 introduce, con il comma 3-bis, una “particolare fattispecie di solidarietà espansiva volta a consentire la trasformazione del contratto di solidarietà di cui all’articolo 21, comma 5, del Decreto legislativo n. 148 del 2015, inteso come causale per l’accesso al trattamento straordinario di integrazione salariale, in contratto di solidarietà espansiva”. Si segnala che, con la nuova fattispecie, non è possibile prevedere una riduzione dell’orario di lavoro superiore a quella già stabilita con il contratto di solidarietà difensiva originario.

  • Requisiti d’accesso

I contratti di solidarietà difensiva, stipulati ai sensi dell’art. 21, comma 5 del Decreto legislativo del 14 settembre 2015, n. 148, possono essere trasformati in contratti di solidarietà espansiva purché siano in corso da 12 mesi ovvero siano stati stipulati prima del 1° gennaio 2016.

  • Modalità

La trasformazione da contratto di solidarietà difensiva a contratto di solidarietà espansiva può avvenire soltanto a mezzo di contratto collettivo aziendale che deve obbligatoriamente programmare le modalità di attuazione, prevedendo una stabile riduzione dell’orario di lavoro con conseguente riduzione della retribuzione e la contestuale assunzione a tempo indeterminato di nuovo personale.

Secondo la nuova fattispecie, entrata in vigore l’8 ottobre di quest’anno, ai lavoratori cui viene applicata la riduzione di orario di lavoro, spetta un trattamento di integrazione salariale di importo pari al 50% della misura dell’integrazione salariale prevista prima della trasformazione del contratto e l’integrazione, a carico del datore, del trattamento, di cui appena detto, almeno sino alla misura dell’integrazione salariale originaria. Ai lavoratori viene applicata la contribuzione figurativa.

  • Contributo per le assunzioni in regime di solidarietà espansiva 

Al datore di lavoro viene concesso, per ogni lavoratore assunto sulla base del contratto collettivo trasformato in contratto di solidarietà espansiva, e per ogni mensilità di retribuzione, un contributo pari al 15% della retribuzione lorda prevista dal CCNL applicabile, per il 1° anno, del 10% per il 2° anno ed, infine, del 5% per il 3° anno.

Invero, per le assunzioni, in regime di solidarietà espansiva, di lavoratori di età compresa tra i 15 ed i 29 anni è prevista, in sostituzione del contributo triennale di cui sopra, l’applicazione delle aliquote contributive agevolate alla scorta di quelle applicate per l’apprendistato, per i primi 3 anni. In ogni caso, l’applicazione del regime contributivo agevolato non può mai eccedere il 29esimo anno di età del lavoratore.

Resta immutata la misura di contribuzione a carico del lavoratore.

  • Inapplicabilità dell’erogazione di cui all’art. 41, comma 5 del D. lgs. 148/2015 con il regime di solidarietà espansiva

Per i lavoratori coinvolti nel regime di solidarietà espansiva non trova applicazione l’art. 41, comma 5 del  Decreto legislativo del 14 settembre 2015, n. 148 laddove prevede che “ai lavoratori delle imprese nelle quali siano stati stipulati contratti di cui al comma 1 (di solidarietà espansiva, ndr), che abbiano un’età inferiore a quella prevista per la pensione di vecchiaia di non più di 24 mesi e abbiano maturato i requisiti minimi di contribuzione per la pensione di vecchiaia, spetta, a domanda e con decorrenza dal mese successivo a quello della presentazione, il suddetto trattamento di pensione nel caso in cui essi abbiano accettato di svolgere una prestazione di lavoro di durata non superiore alla metà dell’orario di lavoro praticato prima della riduzione convenuta nel contratto collettivo”.

  • Procedimento amministrativo per l’erogazione del trattamento di integrazione salariale

Il contratto collettivo di secondo livello, e di trasformazione, dovrà prevedere esplicitamente che per le ore di riduzione dell’orario lavorativo, e per l’intero periodo, il datore di lavoro integrerà il trattamento di integrazione salariale almeno sino alla misura della integrazione originaria.

L’impresa richiedente provvede ad inoltrare telematicamente, all’interno della pratica Cigs OnLine, già acquisita dalla Divisione IV della Direzione Generale degli Ammortizzatori Sociali, una comunicazione di trasformazione del contratto di solidarietà, usando il modello allegato alla Circolare.

Alla comunicazione va allegata una copia del contratto e l’elenco riportante i nomi dei lavoratori interessati alla riduzione oraria.

Le comunicazioni ed i relativi allegati vanno inoltrati anche alla sede territorialmente competente dell’Ispettorato Nazionale del Lavoro.

La domanda per beneficiare del trattamento di integrazione salariale straordinaria va presentata entro 7 giorni dalla data di conclusione della procedura di consultazione sindacale o dalla data della stipula dell’accordo collettivo aziendale.

Per ulteriori specificità si rimanda al testo integrale della Circolare.

Circolare del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali del 21 ottobre 2016, n. 31

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...