VERIFICHE ISPETTIVE A SEGUITO DI RICHIESTA DI TRATTAMENTO CIGS.


cassa-integrazione-e-periodo-di-prova-450x270FONTE: Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali

Con la Circolare n. 27 dell’8 agosto 2016, il Ministero del Lavoro fornisce indicazioni operative in merito alle verifiche ispettive nell’ambito di concessione della CIGS.

Vengono, così, individuate due distinte tipologie di verifiche: la prima volta all’accertamento degli impegni aziendali assunti in sede di presentazione del programma di CIGS e la seconda, sull’esistenza dei presupposti per la concessione del pagamento diretto del trattamento ai lavoratori.

Gli accertamenti presuppongono sempre l’accesso sul luogo di lavoro.

La domanda di concessione del trattamento straordinario d’integrazione salariale viene presentata, con modalità telematica, per tutte le causali, tramite il sistema informatico “CIGS online” e inviata contestualmente con modalità telematica al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali – Direzione Generale degli Ammortizzatori Sociali e LO. – Divisione IV – e alle Direzioni Territoriali del Lavoro competenti per territorio.

L’invio dell’istanza alle DTL competenti è condicio sine qua non per la regolarità della domanda, in ragione alle nuove norme sul procedimento amministrativo che prevedono che gli organi ispettivi effettuino le verifiche di competenza con riferimento a tutti i procedimenti amministrativi di concessione del trattamento CIGS per tutte le causali di concessione (crisi, riorganizzazione e contratto di solidarietà), indipendentemente dal fatto che l’azienda abbia richiesto il pagamento diretto del trattamento ai lavoratori.

All’interno della Circolare, il Ministero individua gli elementi principali da verificare con riferimento a ciascuna motivazione d’intervento. Ad esempio, in caso di riorganizzazione aziendale saranno focalizzati sulla verifica dell’attuazione del programma di interventi, così come fornito dall’azienda; in caso di crisi aziendale verrà analizzato il piano di risanamento fornito dall’azienda, in particolare con riferimento agli interventi avvenuti per riequilibrare le problematiche di natura produttiva e finanziaria.

Il Dicastero precisa che la nuova regolamentazione è applicata ai procedimenti di concessione del trattamento CIGS concessi ai sensi del decreto legislativo n. 148/2015.

Circolare n. 27 dell’ 08 agosto 2016 del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.