ESONERO DI ASSUNZIONE DEI DISABILI: I CHIARIMENTI DEL MINISTERO DEL LAVORO


arton16970FONTE: Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali

Con il D. Lgs. 151/2015 viene inserito il comma 3-bis all’art. 5 della Legge 68 del 1999, concernente il collocamento obbligatorio di personale affetto da disabilità.

Secondo il nuovo comma, i datori di lavoro che occupano addetti impegnati in lavorazioni che comportano il pagamento di un tasso premio Inail pari o superiore al 60 per mille possono autocertificare l’esonero all’assunzione di personale diversamente abile, pur versando al Fondo per il diritto al lavoro dei disabili un contributo di €30,64 al giorno, per ciascun lavoratore non occupato.

Con la Nota del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali del 15 aprile 2016, n. 2452, il Dicastero fornisce le indicazioni operative per l’applicabilità dell’esonero all’assunzione, così come previsto dal Decreto Interministeriale del 10 marzo 2016.

L’art. 3 del Decreto di cui sopra stabilisce che il datore, per poter beneficiare dell’esonero, è tenuto a presentare entro 60 giorni, dall’insorgenza dell’obbligo di assunzione, l’autocertificazione in via telematica, attraverso la Banca dati del collocamento mirato, secondo il Modello in calce alla Nota. Nell’autocertificazione vanno indicati: classe occupazionale di appartenenza (da 15 a 35 lavoratori dipendenti, da 35 a 50 lavoratori dipendenti, più di 50 lavoratori dipendenti), base di computo, quota di riserva, numero di lavoratori occupati ai sensi della L.68/99, numero addetti occupati in lavorazioni a rischio elevato, base nette, quota netta, quota di esonero, estremi del versamento effettuato per il trimestre in cui si è presentata autocertificazione.

Il contributo, a prescindere dalla tipologia di CCNL applicato, viene calcolato su una base di 5 giorni a settimana, 22 al mese, per un totale trimestrale di €2.022, 24 per ogni lavoratore con disabilità non impiegato.

Il primo versamento deve essere effettuato nei 5 giorni lavorativi precedenti all’autocertificazione ed i successivi versamenti vanno effettuati entro il giorno 10 del mese successivo al termine.

Le aziende la cui classe occupazionale spazia dai 15 ai 35 dipendenti, con quota di riserva pari ad una singola unità, non potranno beneficiare dell’esonero autocertificato.

Inoltre il Ministero del Lavoro in data 2 maggio 2016 ha pubblicato il D.Interministeriale 10 marzo 2016 con le relative disposizioni.

Nota MLPS del 15 aprile 2016 e Decreto Interministeriale del 10 marzo 2016

Decreto Interministeriale 10 marzo 2016

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...