SGRAVIO CONTRIBUTIVO L. 190/2014: RICONOSCIUTO AL SOGGETTO INCORPORANTE PER LA PARTE RESIDUA.


Fonte: Ministero del Lavoro

Il Ministero del Lavoro con risposta ad interpello del 5 novembre n. 25, ha affrontato la problematica attinente la corretta interpretazione dell’art. 1, comma 118, L. n. 190/2014, concernente l’esonero contributivo per le nuove assunzioni con contratto di lavoro a tempo indeterminato effettuate nel corso dell’anno 2015.

In particolare, nell’istanza si chiedeva se, ai sensi della disposizione citata, nelle ipotesi di operazioni societarie, quali ad esempio la fusione, la società incorporante possa fruire del suddetto esonero, laddove l’operazione stessa venga posta in essere nell’anno 2016.

Il Dicastero del Lavoro, nel ripercorrere la normativa di riferimento, ritiene che il cessionario incorporante abbia il diritto di continuare a beneficiare dell’esonero contributivo, già riconosciuto alla società incorporata nel corso dell’anno 2015, limitatamente alla parte residua sino alla scadenza del termine legale dei trentasei mesi.

Ministero del Lavoro Interpello 25/2015

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.