ISPEZIONI: L’INPS DEFINISCE LA NUOVA “MISSION” PER IL 2015.


Ispezioni

Fonte: Inps

Con la Circolare del 7 agosto 2015 n. 147, l’Inps coglie l’occasione per delineare la programmazione ispettiva nel territorio.

In particolare viene illustrata al mission del servizio ispettivo per il 2015 definendo l’integrazione del modello organizzativo dell’Attività Ispettiva a cura delle strutture centrali e delle Direzioni Regionali.

Già con la circolare n. 23/2010, nell’ambito dello sviluppo del nuovo modello organizzativo dell’Istituto, erano state fornite le prime indicazioni amministrative e organizzative per la concreta attuazione della funzione di Verifica Amministrativa.

La crescita professionale e la migliore allocazione del personale (ora presente anche in tutte le Agenzie complesse) adibito alla verifica sul territorio, unite alle maggiori potenzialità delle procedure informatiche, consentono oggi un ulteriore salto di qualità dell’attività di Verifica.

Accanto alla funzione “tradizionale” di controllo ex-post dei comportamenti aziendali, finalizzato all’aumento dell’accertato, saranno sviluppati e resi operativi una serie di nuovi presidi finalizzati non solo a contrastare ma anche a prevenire fenomeni elusivi della contribuzione, prima che il comportamento si sia consolidato ed abbia prodotto i suoi danni.

L’attività di Verifica Amministrativa continuerà a costituire un efficace strumento a disposizione delle aziende. Queste, infatti, potranno fruire del costante sostegno dell’INPS che assumerà il ruolo di partner in relazione al corretto svolgimento degli adempimenti previdenziali. Diversamente, per le aziende operanti in modo strutturalmente irregolare, l’attività di Verifica sarà un efficace strumento di cui l’Istituto potrà avvalersi per contrastare con maggiore efficacia quei fenomeni che, sostanziandosi in fattispecie contra legem, alterano pesantemente il mercato arrecando grave danno al sistema economico del Paese.

Tale attività sarà svolta attraverso una specifica Business Intelligence che, mediante l’analisi dei comportamenti aziendali, dei flussi contributivi, delle transazioni operate sulle procedure e lo sviluppo di sistemi statistici predittivi, riesca a realizzare una struttura organica di rilevazione di “allarme” su situazioni “fuori norma” e “anomalie” di varia natura.

Inps Circolare del 7 agosto 2015, n.147

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...