STUDI PROFESSIONALI: AMMESSI ALLA CASSA IN DEROGA.


studi professionaliFonte: Ministero del Lavoro

La Direzione Generale degli Ammortizzatori Sociali, del Ministero del Lavoro e delle politiche sociali – con Nota del 25 marzo 2015, prot. n. 7518 ha ordinato di dare puntuale esecuzione a quanto disposto dal Consiglio di Stato, consentendo agli Studi Professionali, in attesa che il TAR si pronunci in merito, l’accesso alla Cig in deroga.

La vicenda nasce dalla disposizione contenuta nell’art. 2, comma 3 del Decreto Interministeriale 1° agosto 2014, che consente l’accesso al trattamento di integrazione salariale in deroga esclusivamente alle imprese di cui all’art. 2082 c.c. e, pertanto, a coloro i quali rivestono la qualifica di imprenditori esercitando professionalmente un’attività economica organizzata al fine della produzione o dello scambio di beni o di servizi. Il Consiglio di Stato, nell’Ordinanza dell’11 marzo 2015 ha, infatti, ritenuto sussistenti profili di discriminazione nei confronti dei liberi professionisti e dei loro dipendenti, tenuto conto anche dei vincoli comunitari in materia di definizione d’impresa.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...