JOBS ACT: AL VIA LA RIFORMA DELL’ART. 18.


JOB ACTFonte: Governo

Il Governo nella seduta del 24 dicembre ha licenziato, a seguito della delega ottenuta con il Jobs Act,  lo schema di decreto legislativo attinente alla introduzione del contratto a tutele crescenti e della riforma dell’art. 18 del D.P.R. 20 maggio 1970, n. 300.

Lo schema del decreto, che dovrà ora passare al vaglio delle competenti Commissioni Parlamentari, rivede l’istituto dei licenziamenti discriminatori, disciplinari, per giusta causa, e per giustificato motivo soggettivo e oggettivo.

Nota importante risulta essere la rivisitazione delle fattispecie in cui il giudice potrà dichiarare la reintegrazione del lavoratore al precedente posto di lavoro. Difatti la reintegrazione, oltre al risarcimento del danno con conseguente corresponsione di una indennità, sarà ammessa solo nei casi in cui il licenziamento venga dichiarato nullo, in particolare nella fattispecie di licenziamento discriminatorio.

In tutte le altre situazioni i datori di lavoro saranno condannati al pagamento di una indennità economica di varia portata e con specifiche modulazioni, ma il rapporto di lavoro sarà comunque dichiarato estinto.

Le nuove disposizioni si applicano a decorrere dai licenziamenti intimati dal momento in cui entrerà in vigore il decreto.

Inoltre il Decreto Legislativo varrà solo per i lavoratori con contratto di lavoro a tempo indeterminato, che rivestono la qualifica di operai, impiegati o quadri escludendo di fatto i dirigenti a tempo indeterminato ( e gli apprendisti). Rimango validi i limiti dimensionali già previsti anche se con alcune rivisitazioni in particolare per le aziende di più ridotte dimensioni.

Infine viene sancita la non più utilizzazione delle procedure di cui all’art. 7 della L. 604/66 per i casi ad oggi previsti e del rito “Fornero” riportando gran parte dei contenziosi nell’alveo dell’art. 409 del codice di procedure civile.

Schema decreto legislativo contratto tutele crescenti

Visita anche

L3 RICERCA & SELEZIONE

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.