DISOCCUPAZIONE E TRATTAMENTI PENSIONISTICI: LE PRECISAZIONI DELL’INPS SUL RAPPORTO TRA LE DISCIPLINE.


inps2

Fonte: Inps.

L’Inps, con la Circolare del 23 dicembre 2014 n. 180, offre precisazioni in merito al rapporto fra la disciplina delle indennità di disoccupazione ASpI e mini-ASpI e la disciplina in materia pensionistica, in ordine al riconoscimento delle prestazioni in ambito ASpI ed al loro mantenimento in relazione ai trattamenti pensionistici. Infatti dal 1° gennaio 2013, tra le ipotesi di decadenza dalle indennità di disoccupazione ASpI o mini-ASpI, l’articolo 2 comma 40 della Legge n. 92 del 2012 ha espressamente previsto il raggiungimento dei requisiti per il pensionamento di vecchiaia o anticipato.

I soggetti che percepiscono indennità di disoccupazione ASpI e mini-ASpI decadono dalla fruizione delle predette indennità dal primo giorno del mese successivo a quello di perfezionamento dei requisiti per la pensione di vecchiaia o anticipata, prima decorrenza utile della prestazione pensionistica. L’applicazione di questo criterio non pone problemi per i soggetti che dal 1° gennaio 2012 maturano i requisiti per la pensione di vecchiaia o per la pensione anticipata con età pari o superiore a 62 anni.

Con riferimento ai soggetti con età inferiore a 62 anni, devono essere respinte le domande di indennità di disoccupazione ASpI e mini ASpI per le quali la fruizione delle predette indennità dovrebbe decorrere dal primo giorno del mese successivo a quello di perfezionamento del requisito contributivo che, per effetto dell’applicazione dell’articolo 6 comma 2-quater del Decreto Legge n. 216 del 2011, non comporta la riduzione percentuale della pensione anticipata.

Nei confronti dei soggetti per i quali continuano ad applicarsi, in materia di requisiti di accesso alla pensione, le disposizioni vigenti prima dell’entrata in vigore del Decreto Legge n. 201 del 2011 trova applicazione la disciplina delle decorrenze della pensione di vecchiaia e di anzianità previgente alla predetta disposizione, e cioè le c.d. finestre di accesso. Tali soggetti, raggiunti i requisiti per il pensionamento di vecchiaia o di anzianità, decadono dalla fruizione delle indennità di disoccupazione ASpI e mini-ASpI dalla data di apertura della c.d. finestra di accesso.

Circolare del 23 dicembre 2014 n. 180

 Visita anche

L3 RICERCA & SELEZIONE

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...