JOBS ACT: ADESSO E’ LEGGE DELLO STATO.


JOBS ACTFonte: Senato della Repubblica

Alla fine, e con l’ennesimo atto di “fiducia” il Disegno Legge Delega contenente la delega al Governo per la riforma del mondo del lavoro, ha ottenuto il via anche dal Senato della Repubblica ed è legge dello Stato.

Affinché i suoi contenuti divengano definitivamente efficaci manca solo la pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale, ma poi questa nuova partita, giocata dall’Esecutivo (e voluta giocare) in tempi relativamente brevi,  si affaccerà alla sua concreta applicazione e operatività.

Applicazione che però necessiterà ulteriormente di altri passaggi: ricordiamo infatti che il cosiddetto “Jobs Act” dovrà essere corredato e affiancato da tutta una serie di Decreti Attuativi che vedranno la luce nei prossimi giorni.

Rinviando al testo definitivo della Legge Delega (link sotto), le novità più interessanti riguardano:

  • l’impossibilità di autorizzare le integrazioni salariali in caso di cessazione definitiva di attività aziendale o di un ramo di essa;
  • la semplificazione delle procedure burocratiche attraverso procedure telematiche e con meccanismi uniformi a livello nazionale per la concessione dei trattamenti;
  • la razionalizzazione degli incentivi per l’autoimpiego e l’autoimprenditorialità anche tramite la forma dell’acquisizione delle imprese in crisi da parte dei dipendenti;
  • la razionalizzazione e semplificazione delle procedure e degli adempimenti, anche mediante abrogazione di norme, connessi con la costituzione e la gestione del rapporto di lavoro, con l’obiettivo di ridurre drasticamente il numero di atti di gestione, del medesimo rapporto, di carattere amministrativo;
  • la semplificazione delle procedure di convalida delle dimissioni della lavoratrice e del lavoratore;
  • l’ individuare e analizzare tutte le forme contrattuali esistenti, anche in funzione di eventuali interventi di semplificazione delle medesime tipologie contrattuali;
  • la promozione del contratto a tempo indeterminato come forma comune di contratto di lavoro rendendolo più conveniente;
  • la previsione, per le nuove assunzioni, del contratto a tempo indeterminato a tutele crescenti in relazione all’anzianità di servizio, escludendo per i licenziamenti economici la possibilità della reintegrazione del lavoratore nel posto di lavoro, prevedendo un indennizzo economico certo e crescente con l’anzianità di servizio e limitando il diritto alla reintegrazione ai licenziamenti nulli e discriminatori e a specifiche fattispecie di licenziamento disciplinare ingiustificato, nonché prevedendo termini certi per l’impugnazione del licenziamento;
  • il rafforzamento degli strumenti per favorire l’alternanza tra scuola e lavoro;
  • la revisione della disciplina delle mansioni;
  • la revisione della disciplina dei controlli a distanza sugli impianti e sugli strumenti di lavoro, tenendo conto dell’evoluzione tecnologica e contemperando le esigenze produttive ed organizzative dell’impresa con la tutela della dignità e della riservatezza del lavoratore;
  • l’ introduzione, eventualmente anche in via sperimentale, del compenso orario minimo, applicabile a tutti i rapporti aventi ad oggetto una prestazione di lavoro subordinato, e fino ad esaurimento, ai rapporti di collaborazione coordinata e continuativa;
  • il riconoscimento, compatibilmente con il diritto ai riposi settimanali ed alle ferie annuali retribuite, della possibilità di cessione fra lavoratori dipendenti dello stesso datore di lavoro, e in favore del genitore del minore in particolari condizioni di salute, di tutti o parte dei giorni di riposo aggiuntivi spettanti in base al contratto collettivo nazionale applicato;
  • l’ introduzione di congedi dedicati alle donne inserite nei percorsi di protezione relativi alla violenza di genere debitamente certificati dai servizi sociali del comune di residenza;

Il testo della Legge Delega “Jobs Act”

 Visita anche

L3 RICERCA & SELEZIONE

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...