RISCATTO PARZIALE DI FONDI PENSIONE: NON E’ AMMESSO IN CASO DI CONTRATTI DI SOLIDARIETA’.


Fondi pensione

Fonte: COVIP.

La COVIP, con Comunicazione del mese di settembre 2014, risponde ad un quesito in materia di riscatto parziale in caso di lavoratori con contratti di solidarietà, posto da una società istitutrice di fondi pensione aperti e di piani individuali pensionistici. La richiesta di chiarimenti riguarda, in particolare, la situazione di alcuni aderenti ai quali è stato ridotto l’orario di lavoro, nella misura del 90%, per effetto di un contratto di solidarietà.

Nello specifico, viene chiesto se gli iscritti interessati dai contratti di solidarietà possano esercitare il riscatto parziale della posizione individuale ex art. 14, comma 2, lett. b) del d.lgs. n. 252 del 2005, il quale prevede che l’iscritto può esercitare il riscatto parziale, nella misura del 50 per cento della posizione individuale maturata, nei casi di cessazione dell’attività lavorativa che comporti l’inoccupazione per un periodo di tempo compreso tra dodici e quarantotto mesi, ovvero in caso di ricorso da parte del datore di lavoro a procedure di mobilità, cassa integrazione guadagni ordinaria e straordinaria.

Occorre preliminarmente precisare che la Commissione ha rilevato quale fattore comune a tutte le ipotesi contemplate nel citato art. 14, comma 2, lett. b) il verificarsi della cessazione del rapporto di lavoro.

Dalla lettura della norma si evince che l’ipotesi del collocamento in solidarietà non è espressamente contemplata. La fattispecie in esame, inoltre, non può essere collegata per analogia alle ipotesi menzionate nell’art. 14, comma 2, lett. b). Infatti, sostiene la COVIP, nei contratti di solidarietà l’attività lavorativa dei dipendenti interessati non è totalmente sospesa, ma perdura, sebbene con riduzione di orario (nel caso rappresentato del 90%).

In conclusione, si ritiene che gli aderenti destinatari degli accordi di solidarietà non possano esercitare la facoltà di riscatto parziale prevista dall’art. 14, comma 2, lett. b), del d.lgs. n. 252 del 2005.

Comunicazione della COVIP di settembre 2014

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.