EXPO 2015: MODALITA’ DI INGRESSO DEI LAVORATORI STRANIERI.


stranieri1

Fonte: Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.

Con Circolare congiunta del Ministero dell’Interno e del Ministero del Lavoro e delle Poliriche Sociali del 21 luglio 2014 n. 4509, vengono fornite le istruzioni operative e procedurali al fine di consentire l’ingresso dei lavoratori stranieri che si occupano della costruzione, dell’allestimento e del successivo smantellamento dei padiglioni Expo nei periodi temporali riportati di seguito:

  • fino al 31 marzo 2015;
  • da dicembre 2015 fino al completo esaurimento dell’attività di smantellamento e, comunque, non oltre il 30 giugno 2016.

Le richieste per l’ingresso dei lavoratori stranieri possono essere presentate, per conto del rappresentante legale dell’azienda interessata, dai seguenti soggetti:

  • Commissario Generale di Expo;
  • Commissario di Sezione dei Paesi Partecipanti;
  • Direttore dei Partecipanti non Ufficiali;

Tali soggetti rappresentano le figure garanti del puntuale rispetto, da parte delle aziende operanti nel Padiglione di pertinenza, della normativa italiana in materia di condizioni di lavoro, sicurezza sul lavoro e tutela assicurativa e previdenziale, prevista a favore dei lavoratori.

Sono previste due diverse tipologie di ingresso dei lavoratori stranieri:

  1. assunzione di lavoratori stranieri da parte di aziende italiane o stabilite in Italia: il lavoratore entrato  per lavoro subordinato, entro 8 giorni dall’ingresso in Italia  deve recarsi, unitamente al legale rappresentante della ditta richiedente, presso la sede dedicata dello Sportello Unico dell’Immigrazione presso le strutture di Expo per la firma del contratto di soggiorno per lavoro con cui si assolve anche alla comunicazione obbligatoria di assunzione.
    Contestualmente viene rilasciato al lavoratore il modulo già precompilato di richiesta di permesso di soggiorno per lavoro (modello 209 EXPO 2015), che dovrà essere spedito presso l’Ufficio Postale per il successivo inoltro alla Questura.
  2. distacco di lavoratori stranieri dipendenti da aziende straniere: il lavoratore, entro 8 giorni dall’ingresso in Italia, deve recarsi presso la sede dedicata dello Sportello Unico dell’Immigrazione per il ritiro del modulo già precompilato di richiesta di permesso di soggiorno per lavoro (modello 209 EXPO 2015), che dovrà essere spedito presso l’Ufficio Postale per il successivo inoltro alla Questura.
    In tal caso non è prevista né la firma del contratto di soggiorno per lavoro né  l’invio della comunicazione obbligatoria di assunzione.

Circolare Ministero Lavoro del 21 luglio 2014 n. 4509

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...