ORARIO DI LAVORO: ILLEGITTIME LE SANZIONI PREVISTE DAL D.LGS 66/2003.


Processo lavoro2Fonte: Corte Costituzionale

Con Sentenza n.  153 del 4 giugno 2014, la Corte Costituzionale ha dichiarato l’illegittimità dei commi 3 e 4 dell’art. 18 bis del D.Lgs 66/03 concernente il regime sanzionatorio in caso di violazione da parte del datore di lavoro delle regole di durata massima dell’orario di lavoro, il limite minimo di riposo giornaliero e settimanale e le ferie  annuali.

La Consulta ritiene la normativa sopra citata  costituzionalmente illegittima in quanto viola i principi dettati dalla legge delega (L. 39/2002) che sancisce sanzioni più elevate rispetto a quelle previste dalla suddetta normativa previgente.

Nella fattispecie la discussione di legittimità è stata posta dinnanzia alla Suprema Corte dal Tribunale di Brescia nel corso di un giudizio di opposizione ad un’ordinanza di ingiunzione della DTL competente territorialmente.

Le violazioni constatate dalla DTL si riferivano a quelle specificatamente previste dal Dlgs 66/2003 relative al superamento della durata massima dell’orario di lavoro settimanale, allo svolgimento di straordinario oltre il limite di 250 ore annuali, ai mancati riposi giornalieri di 11 ore ogni 24 e alla mancata osservanza del riposo settimanale di almeno 24 ore.

Giova puntualizzare che la diartiba posta alle cure della Corte risaliva a violazioni commesse nel periodo dal 1 ottobre 2007 al 26 aprile 2008.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...