GESTIONE SEPARATA: L’INPS CONTROLLA I PROFESSIONISTI SENZA CASSA.


20130525-141357.jpgFonte : Inps

L’Inps con il messaggio n. 9740 del 14 giugno 2013 comunica che, nell’ambito dell’operazione di verifica delle posizioni contributive denominata PoseidOne, iniziata nel corso del 2009, e facendo seguito alla circolare 23 del 16 febbraio 2010, sono iniziate, con decorrenza 1° gennaio 2007 le iscrizioni d’ufficio alla Gestione separata di cui all’art. 2, comma 26 della legge n. 335/1995 deii soggetti che hanno dichiarato redditi derivanti da arti e professioni nel quadro RE del Modello Unico PF 2008, periodo di imposta 2007, in assenza di contribuzione alla suddetta gestione.

Contestualmente sono state inviate delle lettere con la richiesta della contribuzione dovuta ai soggetti già iscritti alla Gestione separata, anche a seguito delle precedenti operazioni Poseidone, di cui al msg n. 001754 del 25/01/2011, per i quali non risulti versata la contribuzione dovuta, neanche in forma rateale, oppure non risulti effettuato alcun accertamento da parte delle singole sedi.

Inoltre sono stati individuati i soggetti che hanno dichiarato – sempre nel quadro RE del modello fiscale – redditi provenienti da arti e professioni denunciate con i seguenti codici Ateco:

  •  69.10.10 (attività degli studi legali)
  •  69.20.12 (servizi forniti da ragionieri e consulenti tributari)
  •  86.90.21 (Fisioterapisti)
  •  86.90.29 (Altre attività paramediche indipendenti)
  •  71.11.00 (Attività studi di architettura)
  •  71.12.10 (Attività studi di ingegneria)
  •  71.12.20 (Servizi di progettazione di ingegneria integrata)

A tutti i soggetti individuati l’inps invierà una comunicazione d’iscrizione (se assente) alla Gestione separata e di quantificazione della contribuzione omessa comprensiva delle sanzioni civili calcolate ai sensi dell’art. 116 comma 8 lettera b) della legge n.388/2000.

Dall’invio delle comunicazioni sono stati esclusi dopo il controllo degli archivi del “casellario dei lavoratori attivi” e del “Casellario dei pensionati”:

  • i soggetti in regola con la contribuzione soggettiva alla propria Cassa professionale,
  • i pensionati delle medesime casse professionali,
  • i pensionati che svolgono attività professionale per i quali vige l’art. 18 comma 11 legge n.111/2011 (vedi circ. 99/2011),
  • i professionisti iscritti alle casse esclusive come i notai, i medici, i chimici, i giornalisti, gli psicologi, ecc.

Inoltre, non sono stati inviati i provvedimenti ai soggetti per i quali:

  • è presente l’accertamento come PoseidSede per anno di competenza 2007,
  • è presente il versamento di contributi con causale PXX/P10 per periodo di competenza 2007 in assenza di quadro RR,
  • è presente il versamento di contributi con causale POC per periodo di competenza 2007,
  • è stato annullato l’accertamento per gli anni precedenti al periodo d’imposta interessato con motivazione: “Obbligato presso altra Cassa Professionale : Cassa Forense o Inarcassa, ecc.”,
  • risultano rimborsati i contributi da parte della Cassa nazionale dei commercialisti ai sensi dell’art. 21 della legge 21/1986.

I professionisti che hanno indicato un codice di attività generica, o comunque diversa da quella per la quale è obbligatoria l’iscrizione ad una delle Casse previste dal D.M. 103/96 potrebbero non essere stati esclusi.

Per tali posizioni la sede effettuerà una puntuale verifica del reddito dichiarato e iscrivibilità alla Gestione separata.

L’Istituto precisa inoltre che, per i soggetti interessati agli accertamenti e per i quali sono noti contributi versati alla Gestione separata da parte di Committenti/associanti, è stato quantificato d’ufficio il contributo dovuto sulla differenza tra il reddito imponibile di lavoro autonomo e quello da collaboratore ed entro il limite del massimale annuo previsto per l’anno d’imposta interessato.

Viene precisato  infine che durante l’elaborazione dei dati fiscali relativi al periodo di imposta 2007, non è andato a buon fine il controllo sul casellario dei lavoratori attivi per alcuni dei professionisti interessati (Biologi e Dottori Commercialisti) e il codice Ateco 71.12.50 (attività da Geologo) non è stato associato alla cassa professionale pluri-categoriale EPAP. Tale errore ha provocato l’emissione non corretta di alcuni accertamenti che sono stati tempestivamente annullati direttamente dal centro.

I professionisti interessati riceveranno, tramite PEC o lettera, la comunicazione dell’annullamento stesso.

Messaggio Inps n. 9740 del 14 giugno 2013

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.