INPS: MODALITA’ DI RILASCIO CUD PER SOGGETTI DECEDUTI.


Cud 2013Fonte: Inps

Con circolare n. 32 del 26 febbraio 2013, l’Istituto ha comunicato le nuove modalità di rilascio del CUD. Ad integrazione delle informazioni contenute nella suddetta circolare con il messaggio n. 7107 del 30 aprile 2013 vengono forniti i seguenti ulteriori chiarimenti.

1. Richiesta del CUD da parte dell’erede del soggetto deceduto.

L’erede di un soggetto deceduto potrà richiedere il CUD con le modalità di seguito elencate:

–          Posta elettronica: i cittadini, in possesso di un indirizzo di posta elettronica certificata CEC-PAC, PEC   (non CEC-PAC) e posta elettronica ordinaria, possono formulare la richiesta di invio del CUD del soggetto deceduto attraverso la propria casella di posta. La richiesta dovrà essere inoltrata all’ indirizzo richiestaCUD@postacert.inps.gov.it, specificatamente messo a disposizione dall’Istituto.

–          Sportelli veloci delle Agenzie dell’Istituto: l’erede può ottenere il rilascio del CUD del soggetto deceduto recandosi presso le sedi dislocate sul territorio, ivi comprese quelle ex-Inpdap ed ex-Enpals; tutte le strutture sono infatti tenute a rilasciare la certificazione in argomento senza distinzione di gestione previdenziale. Tutte le Agenzie (interne, complesse e territoriali) dell’Istituto hanno potenziato il front office, dedicando almeno uno sportello veloce al rilascio cartaceo del CUD.

 2. Modalità per effettuare la richiesta.

L’utente per ottenere il rilascio del CUD del soggetto deceduto attraverso i canali sopra elencati,  dovrà presentare nell’interesse proprio una dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà, ai sensi dell’art. 47 DPR 445/2000, con cui attesti la propria qualità di erede e gli stati, qualità personali e fatti relativi ad altri soggetti di cui abbia diretta conoscenza,  unitamente  alla fotocopia del documento d’identità.

3. Precisazioni in merito alla circolare n. 32/2013, punto 3:  “Spedizione del CUD al domicilio del titolare”.

Riguardo a quanto disposto con circolare n. 32 del 26 febbraio 2013 al punto 3) “Spedizione del CUD al domicilio del titolare”, in presenza di una richiesta avanzata attraverso il Contact Center Multicanale da soggetto terzo, in nome e per conto dell’interessato che si trova nell’impossibilità di accedere alla certificazione, si puntualizza che l’Istituto spedirà il CUD all’indirizzo del titolare  stesso presente negli archivi INPS.

Messaggio Inps n. 7107 del 30 aprile 2013.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.